• Bimbi nel Bosco

ESCURSIONE ALLE CASCATE DI BARBIANO


DEUTSCHE VERSION


ZONA: Valle Isarco - Barbiano

KM DA BOLZANO: 30 km (40 min in auto)

ALTITUDINE: 1.270 m.s.l.m.

DISTANZA: 6 km

DURATA: 2,30 h

DISLIVELLO: 412 m

DIFFICOLTÀ: media

PASSEGGINO: NO

MAPPA

COME ARRIVARE

Da Bolzano procedere verso nord, in direzione Fiè allo Sciliar lungo la statale. Superare Prato Isarco, Campodazzo fino a Ponte Gardena, qui svoltare a sinistra verso Barbiano. (Questo ultimo tratto con un po' di curve, 4 tornanti). Parcheggio sulla destra prima dell'arrivo in paese.


DESCRIZIONE

Se volete sgranchirvi un po' le gambe con una bella passeggiata in salita ma non troppo impegnativa, questa fa per voi. Con questa gita ad anello raggiungiamo le due cascate di Barbiano, quella inferiore e quella superiore.

Si parte dal centro del paese di Barbiano, dove subito possiamo ammirare il campanile pendente. Si procede per un breve tratto lungo la strada del paese fino all'indicazione "Wasserfallweg" sentiero della cascata. Da qui inizia un tratto in salita abbastanza ripida, per poi attraversare il pendio erboso fino al bivio dove l'anello si ricongiunge. Qui possiamo decidere il giro da fare, se passare dalla cascata inferiore e poi superiore o viceversa. Noi abbiamo deciso di raggiungere prima quella inferiore quindi siamo rimasti sul sentiero e ci siamo tuffati nel bosco. Un bosco meraviglioso!

Una pavimentazione di terra rossa e il sentiero che si divincola tra enormi sassi. Attraversiamo per due volte il torrente, ed entrambe le volte incontriamo una fontana di acqua potabile freschissima e dei cartelli che ci invitano ad immergere completamente le braccia nella vasca per rinvigorire il corpo e riattivare la circolazione.

In circa 40 minuti dal bivio, superando nell'ultimo tratto, lunghe e ampie scalinate di tronchi, arriviamo alla prima cascata. Purtroppo la vera potenza del getto d'acqua si può ammirare a primavera, durante il disgelo, ma anche se la cascata non ci mostra tutta la sua forza, è lo stesso spettacolare. Con un po' di attenzione possiamo avvicinarci camminando sui grandi sassi e osservando quali animaletti si nascondono nelle pozze tra le rocce.

Dopo una breve sosta (ci sono un paio di panchine o ci si può sistemare sulle rocce), riprendiamo il cammino verso la cascata superiore.

Qui le gambine dei nostri bimbi vengono messe alla prova, perchè il sentiero si inerpica ripido tra le rocce. Anche se un po' faticoso, i bambini lo troveranno divertente perchè spesso, dovendosi aiutare con le mani, avranno la sensazione di intraprendere una vera e propria scalata. In questo tratto alcuni punti sono esposti, ma comunque tutti in sicurezza con staccionate di legno o funi a cui sostenersi.

In circa mezz'ora siamo alla cascata superiore. (troviamo il cartello della deviazione che ci indica 3' per la cascata). Qui l'area per sostare è molto più ampia e invitante. Troviamo molte panchine e possiamo raggiungere l'acqua per poter immergere i piedi e recuperare energie.

Torniamo indietro per il breve tratto e seguiamo le indicazioni per Barbiano (segnavia n.6). Da qui inizia la discesa che in altri 40 minuti ci riporta al punto di partenza. Guardatevi bene attorno perchè noi abbiamo trovato tante fragoline di bosco da gustare durante il ritorno.

In paese ci sono diversi ristoranti dove poter mangiare o fare merenda. (attenzione la cucina calda chiude alle 14.00).


ATTENZIONE Per questa gita sono necessari scarponcini da montagna e un discreto allenamento. Se portate i bimbi con lo zaino dovete prestare attenzione alle rocce basse. È consigliabile inoltre attrezzatura da montagna: giacca per la pioggia, kit di pronto soccorso e acqua.

Fabiana & fam.

#AltoAdige #Cascata #ValleIsarco #Barbiano #cascatedibarbiano

0 visualizzazioni

© Copyright Bimbi nel bosco.

E' vietata la riproduzione anche parziale. 

  • Facebook
  • Instagram