• Bimbi nel Bosco

AUTUNNO: IN BICI CON I BAMBINI IN ALTO ADIGE



Le temperature settembrine sono davvero invitanti se vi piace andare in bicicletta.



L'Alto Adige è il paradiso dei ciclisti in cictybike, mountainbike e e-bike, mezzi che volendo si possono anche prendere a noleggio praticamente ovunque.


Se siete amanti di questo sport (anche solo platonici o a weekend alterni) sicuramente tra queste montagne troverete piste per tutti i gusti, sia a valle che in quota, per ogni tipo di bicicletta e grado di esperienza.


In questo post vi proponiamo alcune delle più belle tra le migliaia di piste possibili in Alto Adige, una terra che è ramificata di piste ciclabili in tutte le direzioni e collegano tra loro e internamente tutte le località. I


Stavolta prenderemo in considerazione le ciclabili a valle e in particolare tre zone: altoatesine val Pusteria, val Venosta, Bolzano e dintorni. (Altre seguiranno...)


VAL PUSTERIA


La val Pusteria è una di quelle mete dove è fin troppo facile andare in bici, così come spingersi lontani per chilometri e intanto ammirare panorami montani che difficilmente si scordano.

Le piste sono perlopiù pianeggianti e c'è sempre la possibilità di tornare in treno


A chi pedala per la prima volta consigliamo la ciclabile da San Candido al lago di Landro : 10 km, 200 metri di dislivello, è adatta anche ai bambini più piccoli.

Consigliamo la mountain-bike per il fondo sterrato.



Per chi se la sente di pedalare più a lungo, San Candido è ben collegata anche con Sesto, Brunico, Bressanone e Dobbiaco, tutte comodamente raggiungibili a bordo della vostra due ruote ecologica.

Questi percorsi hanno il fondo asfaltato perciò sono adatti ad ogni tipo di bicicletta (anche se, essendo dei tratti non proprio brevissimi, è meglio una mountain bike o almeno una bici dotata di marcia, per addolcire la crociera).



Per i più grandi e per chi cerca l'avventura, la ciclabile transfrontaliera da San Candido a Lienz è sicuramente un'idea da campioni: 40 km in piano o discesa con pochissime salite, percorso paradisiaco costellato di punti ristoro e attrazioni tra cui il mega (ma davvero mega!) parco giochi gratuito di Sillan (uno degli scivoli qui sotto in foto) e la fabbrica della Loacker.



VAL VENOSTA


La val Venosta è il secondo paradiso dei ciclisti e dei cicloturisti in Alto Adige, anche se a pensarci bene è a pieno titolo sul gradino più alto del podio accanto alla Pusteria di cui abbiamo appena parlato.


Anche in questo caso le ciclabili sono belle, ampie, panoramiche, perlopiù in piano, e permettono il rientro in treno. La linea ferroviaria vi porta da Merano lungo tutta la valle!



Un esempio che ci è stato riportato da poco dagli instagrammer Appenniniconibambini è l'esperienza lungo la ciclabile da Malles a Merano: 60 km tutti in lieve discesa, accanto ai meleti venostani, dove in ogni momento è possibile risalire sul treno.


Per via delle scarse precipitazioni, le zone tra Malles e Glorenza sono tranquillamente percorribili da marzo a novembre. Qui tutte le informazioni sull'andare in bicicletta in val Venosta



BOLZANO E DINTORNI


Per chi si trova o abita dalle parti di Bolzano o nelle immediate vicinanze geografiche (Bassa Atesina o verso la valle Isarco o Merano), le possibilità sono altrettanto ampie e si diramano anch'esse in tutte le direzioni con piste moderne, attrezzate e panoramiche.


Un esempio sono la ciclabile per tutti da Bolzano a Settequerce, passando sotto a Castel Firmiano (Messner Mountain Museum) fino al bel parco giochi di Settequerce. Questa gita è di 24 km andata e ritorno con circa 100 mt di dislivello ed è molto semplice, adatta anche ai bambini (con un pochino di esperienza in bici).



Per i più allenati (e coloro che hanno una bici elettrica) c'è poi la ciclabile che porta da Bolzano a Caldaro passando per bosco e vigneti, gallerie, meleti e parchi gioco. Sono appena 17 km da Bolzano a Caldaro ma segnaliamo che all'andata sono tutti in leggera salita (io, mamma, l'ho fatta in city bike senza marce... faticosa ma fattibile comunque!).



Un'alternativa da queste parti è anche quella di raggiungere in bici da Bolzano i romantici laghi di Monticolo, i vicini di casa del lago di Caldaro, e magari pedalarci tutt'intorno, oppure raggiungere questi due splendidi laghetti pedalando da Caldaro.



Sempre con una buona dose di allenamento (mia figlia di 7 anni l'ha completata tranquillamente) c'è anche la bella ciclabile che attraversa la Bassa Atesina da Bolzano a Ora e ritorno, compiendo un giro ad anello pianeggiante di circa 50 km.


Le ciclabili si snodano da Bolzano anche verso nord, ma al momento vi sconsigliamo la partenza da Bolzano, o meglio, raccomandiamo di raggiungere Prato Isarco (loc. Cornedo) o oltre come punto di partenza per la biciclettata: tra Bolzano e Prato Isarco la ciclabile è interrotta per lavori e costringe i ciclisti a percorrere un pericolosissimo pezzetto di statale. Peccato perchè questo tratto è stupendo, costellato di installazioni e sculture coloratissime. Speriamo riapra presto!



Lau, settembre 2020


Se vi è piaciuto questo post, allora guardate anche:


> settembre in Alto Adige tra saghe e leggende: valle per valle i nostri sentieri preferiti sul tema dei miti e delle leggende altoatesine



> settembre, il mese della sana alimentazione infantile: come preparare la merenda perfetta e bilanciata per i nostri bambini



> TÖRGGELEN IN ALTO ADIGE - di cosa si tratta? E' un'usanza altoatesina del periodo autunnale, scoprite con noi di cosa si tratta e dove "gustarla" al meglio!


Invece QUI trovate tutte le altre avventure in Alto Adige.

#AltoAdige #settembre #autunno #bicicletta #famiglie #bimbinelbosco

190 visualizzazioni

© Copyright Bimbi nel bosco.

E' vietata la riproduzione anche parziale. 

  • Facebook
  • Instagram